David di Donatello

Cioè: quando in Italia si fa davvero bene qualcosa.

Lo ammetto subito, è solo il secondo anno che guardo la serata degli “Oscar italiani” perché prima mi facevo prendere da quell’orribile sentimento esterofilo che prima o poi provano tutti gli aspiranti radical chic: se è italiano farà schifo.

Per fortuna crescendo(/invecchiando) sto diventando più saggia e quindi eccomi qui: entusiasta e fan sfegatata della serata dei David di Donatello.

L’anno scorso, come quest’anno, l’organizzazione è stata impeccabile. Le luci, i montaggi, i tempi sono tutti estremamente ben curati e la sensazione che si ha è di un vero e proprio spettacolo.

Cattelan è BRAVO. Ragazzi, che vi devo dire, io lo trovo veramente il top dei presentatori italiani per quanto riguarda format più giovani e/o internazionali. Si rifà moltissimo a personaggi come Jimmy Fallon, ma il punto è che lo fa bene. È un ottimo intrattenitore, buonissimi tempi comici (chiaramente bravi scrittori), presenza scenica ed è uno dei pochi che sa davvero l’inglese (avendo lavorato molti anni in America). Per presentare i cosiddetti Oscar italiani non c’è nessuno meglio di lui!

Opinione impopolare: detesto Benigni.

Ok, ora che mi odiate approfondisco: a Benigni è stato dato il David alla carriera e sinceramente mi sono stupita che non fosse ancora successo. Sembra che tutti nel mondo lo adorino, eppure io non lo sopporto. Da che ho memoria non l’ho mai sopportato. Non mi piace come persona e non mi piace come attore. E se sento un’altra volta qualcuno dire “buongiorno principessa” credo che tirerò fuori l’American Psycho che è in me e farò una strage.

Viceversa, che meraviglia il video iniziale intitolato “come fare un film per vincere un David”! Semplicemente geniale, un’auto-ironia magnifica! Fatto benissimo e esilarante 😀 peccato che non l’abbiano caricato ancora da nessuna parte, lo avrei condiviso volentieri!

Non approfondisco tanto sui premi, la vittoria di “la pazza gioia” di moltissimi premi fra cui Miglior Film era a mio parere piuttosto scontata. Fai il film sulle tipe coi problemi mentali, lo fai a dramma/commedia, ci metti un’attrice con due cognomi e hai fatto!

Molto meno scontate tutte quelle statuette a “Indivisibili”, un film che io personalmente non ho proprio visto passare in sala, nel senso che mi è parso passare molto sotto silenzio. E invece guardando i vari spezzoni mi è venuta una gran voglia di vederlo! I David sono anche questo, riscoprire quello che ogni tanto ci perdiamo mentre siamo accecati dal supereroe di turno 🙂

Ultima nota: è cominciato alle 21 ed è finito alle 23.30, meraviglia!! Altro che le 8 ore e passa degli Oscar!

Se non l’avete mai fatto, ricordatevi di guardare questa bella premiazione l’anno prossimo! 🙂
F.