Le 5 pagine Facebook che tutti i nerd dovrebbero seguire

Oggi voglio fare una dichiarazione: io sono nerd!

Questa è una di quelle dichiarazioni che ha perso importanza negli ultimi anni, più o meno da quando hanno creato The Big Bang Theory e un po’ tutto il fenomeno nerd è stato messo alla berlina o, d’altra parte, è diventato di moda.

Però i fatti rimangono e quindi continuo a portare la bandiera “nerd” con fierezza!

Eccovi, quindi, 5 “piccole” pagine che secondo me vale la pena seguire 😀

  1. In Bianco e Nerd: è una pagina che include un po’ di tutto, dalla scienza ai telefilm e regala un sacco di notizie interessanti. La pagina è collegata al blog di Francesco Mugnai: inbiancoenerd.com/ che ha una bellissima grafica e su cui si legge “Niente politica, niente menate, zero paranoie. Senza stress, che già ne abbiamo abbastanza”. Quanta verità!
  2. Advanced Nerds: La pagina del fumettista campano The Marius è una chicca perché non solo è ricca di notizie interessanti, ma ha il valore aggiunto delle sue strisce originali piene di ironia e, ovviamente, nerdosità (con un occhio particolare al D&D)!
  3. Mondo Nerd: Classica pagina (e blog: mondonerd.it/) di miscellanea nerd, con uno sguardo approfondito sui fumetti. Particolarità: hanno fatto anche un podcast che, secondo quello che c’è scritto nella pagina, dovrebbe tornare a breve!
  4. Nerd Community: Questa è una pagina in inglese, ma vi consiglio comunque di andarla a vedere! È stata creata in modo specifico per gli studenti e per aiutarsi a vicenda nel mondo della scuola e dell’Università. Attenzione: potrebbe esservi utile anche se state pensando di proseguire gli studi negli Stati Uniti!
  5. Il Generale Cluster: Questa è una pagina un po’ diversa, perché è stata creata per i Data Scientists (Cosa sono? Cosa fanno? Vi interessa? Io sono una data scientist!) e quindi si occupa un po’ di programmazione, un po’ di statistica… Ma è fatto davvero bene, quindi nel dubbio dateci un’occhiata! Nelle informazioni della pagina si legge “Il generale Cluster è un data scientist, ma a cavallo. Anche il suo cavallo è un data scientist. Ma questa è un’altra storia.” Curiosi?! 😉