C’è un lavoro di cui non sapete nulla

Ebbene sì, l’ultima frontiera non è più l’entrepreneur, quella è roba da 2015!

Il nuovo lavoro di cui non avete mai sentito parlare è il Data Journalist! Cosa sarà mai quello che a prima vista sembra uno strano e inquietante ibrido?

È, in effetti, proprio un ibrido! Ma meno strano di quello che si potrebbe pensare.

Il Data Journalist è un cacciatore di storie, proprio come il giornalista, ma è anche a caccia di dati, come un data scientist.

Probabilmente vi siete già imbattuti in qualche articolo scritto da un data journalist, ed è ancora più probabile se leggete spesso articoli in inglese. Questa professione, infatti, è molto più diffusa negli Stati Uniti e in Gran Bretagna rispetto all’Italia.

Un articolo scritto da questa figura professionale si presenta come una storia basata su dati e statistiche, con molti link a studi scientifici e pieno di grafici esplicativi (che si ricollegano ad un’altra bellissima materia, Data Visualization, ma questa è un’altra storia!). Sono sicura che avete già visto articoli così!

Personalmente, mi sono imbattuta in questo lavoro perché mi sembra il perfetto connubio fra i miei studi universitari (statistica e data science) e la mia passione per la scrittura e il giornalismo (vedi, come tentativo, questo blog).

Considerata la diffusione delle fake news che purtroppo abbiamo negli ultimi anni nel nostro paese, credo proprio che ci vorrebbero più “giornalisti dei dati” che basino i proprio articoli su dati certi e basi scientifiche!

Questa professione vi interessa?

Ne vorreste sapere di più?

Intanto vi passo un paio di link che sono esempi di testate che si basano moltissimo sul data journalism (in inglese, per forza di cose!), poi magari farò qualche altro articolo al riguardo 😀

Link interessanti: